27 marzo 2018

SConfinamenti | L’inverno senza fine del Kashmir

camillo-pasquarelli-4

Vi aspettiamo al quarto appuntamento del programma SConfinamenti.

Mercoledì 18 aprile
h. 21.00 –  Spazio Teatro Invito di Lecco – Via Ugo Foscolo, 42
L’inverno senza fine del Kashmir
Dopo esser cresciuta durante l’inferno degli anni ’90, quando la guerriglia armata kashmiri fu schiacciata dall’esercito indiano, ed esser stata protagonista di due insurrezioni popolari anti-governative nel 2008 e nel 2010, nei cuori di questa generazione non c’è alcun dubbio: l’India sta portando avanti un’illegittima occupazione, possibile solo grazie alle 600.000 truppe che rendono il Kashmir uno delle zone più militarizzate al mondo. Ostaggio delle frizioni indo-pachistane e delle spinte indipendentiste interne, sessantotto anni fa è cominciato un interminabile inverno di sofferenza per il Kashmir che vive ormai nella speranza di veder un giorno sbocciare la primavera dell’azadi.

Intervengono: Camillo Pasquarelli, antropologo e fotografo; Francesca Recchia,  docente presso l’Università Bocconi di Milano; Matteo Miavaldi, giornalista.
Proiezione del fotoreportage di Camillo Pasquarelli.

Camillo Pasquarelli, conclusi gli studi in Scienze Politiche ed Antropologia, decide di dedicarsi interamente alla fotografia. Tra il 2015 e il 2016 passa diversi mesi nella regione del Kashmir per una ricerca sul conflitto indo-pakistano e i sentimenti separatisti kashmiri. I suoi reportages sono apparsi, tra gli altri, su Der Spiegel, The Post Internazionale, il manifesto e East online. Nel 2017 ha vinto l’Alexia Foundation Award of Excellence Student Grant.

Francesca Recchia è stata ricercatrice presso il Centro degli Studi dell’Asia meridionale. Presso la Bartlett School of Planning, Università di Londra, ha un dottorato di ricerca in cultura presso l’Istituto Orientale di Napoli e un Master in Culture Visive presso l’Università degli Studi di Londra, Goldsmiths. Attualmente è docente presso l’Università Bocconi  si occupa di pratiche culturali e patrimonio immateriale in paesi in conflitto.

Matteo Miavaldi, sinologo emigrato nel subcontinente indiano, è caporedattore dall’India e responsabile dell’Asia per l’agenzia d’informazione China Files. Nel 2013 ha pubblicato “I due Marò. Tutto quello che non vi hanno detto”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi